Reserved
venerdì 22 ottobre 2021   14.40
Clicca su MI PIACE sulla nostra Pagina  Seguici su Twitter 
Ricerca                          Rss Staffetta Quotidiana Rss             Abbonamenti    Contatti   
userName password Non riesco ad accedere

Questo sito, per il suo funzionamento, utilizza i cookie; accedendo o cliccando su "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie presenti in questo sito.

lunedì 11 ottobre 2021

 |  Aumenta carattere  |  Diminuisci carattere  | 
 
 
Free

La digitalizzazione e la sostenibilità: le soluzioni smart di E.ON per disegnare un futuro green

Informazione promozionale

Internet rappresenta per tutti noi uno “spazio” virtuale dalle mille opportunità e miliardi di utenti. Tuttavia, sono pochi coloro che conoscono il vero impatto del suo utilizzo sull'ambiente. Infatti, ogni volta che compiamo un'azione semplice come inviare una e-mail, fare una ricerca sui vari motori o archiviare dei dati, generiamo un'impronta di carbonio significativa, anche se a noi risulta invisibile.

Secondo alcuni dati di Legambiente, una e-mail da 1 megabyte durante il suo il ciclo di vita totale emette 20 g di CO2 che corrispondono alle emissioni di una lampada accesa per 25 minuti. Tali emissioni sono dovute all'infrastruttura fisica di Internet, composta da cavi, data center e server. Si stima che una delle principali fonti del cosiddetto “inquinamento digitale” sia quello dormiente, causato dall'archiviazione di e-mail. Questo processo permette il funzionamento continuo dei server nei data center, i quali richiedono molta energia e un sistema di climatizzazione e raffreddamento, trasformando nel complesso l'equivalente di cinque centrali nucleari nel mondo*.

L'energia, dunque, risulta avere un ruolo chiave nella vita dei data center, responsabili di quasi il 30% del fabbisogno energetico di Internet ma che al contempo, grazie al calore di scarto che generano, sono in grado di mettere a disposizione elettricità 100% green, capace di soddisfare la crescente richiesta a lungo termine. In questa direzione, si muove E.ON, uno dei principali operatori energetici in Europa, allo scopo di fornire soluzioni in grado di rendere più green internet. L'azienda è infatti consapevole del grande potenziale dell'uso del calore di scarto, che può rappresentare una fonte importante di energia per complessi residenziali e interi quartieri cittadini e un esempio concreto di abbinamento tra i settori dell'elettricità e del calore, creando benefici per l'ambiente.

Un altro aspetto importante è sicuramente la rivoluzione digitale che rappresenta oggi un percorso che tutte le aziende sono chiamate a intraprendere al fine di comprendere i cambiamenti in atto nella nostra società e fare crescere i propri modelli di business sempre più in chiave sostenibile. In questa direzione E.ON, promuove iniziative e progetti volti a rendere migliori i sistemi di efficientamento energetico e elaborare soluzioni sempre più avanzate in linea con le esigenze del mondo del domani. Tra questi, la recente collaborazione che E.ON ha avviato con Microsoft e Wipro. prevede il decentramento, da parte di E.ON, di tutte le applicazioni IT dai propri data center a Microsoft Azure, entro il 2023. Wipro sarà responsabile della migrazione delle applicazioni. Grazie a questa collaborazione, E.ON punta a rendere i processi IT più flessibili, aumentarne l'efficienza operativa e accelerare lo sviluppo di nuovi servizi per clienti e dipendenti.

_______________

* Legambiente, “Digital Clean Up - Alleggerisci la tua impronta invisibile”

© Riproduzione riservata





75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana
COMMENTI - EDITORIALI LA RASSEGNA DELLE ULTIME NOTIZIE
STAFFETTA PREZZI GARE E COMMESSE
EVENTI - CONVEGNI SEGNALAZIONI
Calendario Eventi e Manifestazioni
Gli speciali della Staffetta
75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana