giovedì 20 gennaio 2022   15.53
Clicca su MI PIACE sulla nostra Pagina  Seguici su Twitter 
Ricerca                          Rss Staffetta Quotidiana Rss             Abbonamenti    Contatti   
userName password Non riesco ad accedere

Questo sito, per il suo funzionamento, utilizza i cookie; accedendo o cliccando su "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie presenti in questo sito.

lunedì 31 maggio 2021

 |  Aumenta carattere  |  Diminuisci carattere  | 
  •   
Free

UE, Timmermans parla di Fit for 55 con le parti sociali

La Commissione al Clean Energy Ministerial. Simson in due eventi sull'idrogeno, sente gli ad di E.On e GE. Il 271° numero del servizio dell'agenda UE a cura di Sergio Matalucci

Politica energetica internazionale

In questi giorni la Commissione europea presterà particolare attenzione al sistema bancario, alla digitalizzazione e all'Intelligenza Artificiale. In campo energetico il vicepresidente al Green Deal Frans Timmermans sente domani le parti sociali sul pacchetto Fit for 55.

Sempre domani la commissaria all'Energia Kadri Simson parla con Herman Halushchenko, ministro dell'Energia ucraino, prima di una videoconferenza con l'AD di E.ON, un intervento all'evento di lancio del Global Ports Hydrogen Coalition e una seconda videoconferenza con l'AD di General Electric e GE Gas Power.

Oggi la vicepresidente alla Digitalizzazione Margrethe Vestager sente Werner Hoyer, presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI), mentre mercoledì il vicepresidente agli Affari inter-istituzionali Maros Sefcovic parla con il vicepresidente della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS).

Molti gli incontri di alto livello sull'idrogeno, sulla siderurgia, sulle infrastrutture energetiche nel continente africano e sulla transizione energetica (Simson per esempio partecipa a un webinar in materia organizzato dalle associazioni industriali tedesche e francesi); massiccia la partecipazione dell'esecutivo europeo alla 12esima plenaria del Clean Energy Ministerial (Link).

Sabato il commissario all'Economia Paolo Gentiloni sarà a Londra per partecipare all'incontro dei ministri delle Finanze del G7 (Link).

La Commissione ha in programma due webinar. Uno su come gestire e risolvere la povertà energetica (giovedì) (Link), il secondo sul finanziamento di interventi per aumentare l'efficienza energetica nell'edilizia (Link).

Giovedì e venerdì Consiglio Trasporti, telecomunicazioni ed energia. Giovedì focus su trasporti (aviazione, ferrovia e programma della presidenza slovena) (Link), venerdì sulla digitalizzazione (Link). Anche venerdì una presentazione del governo sloveno (Link).

Il focus sull'energia al Consiglio arriverà invece la settimana prossima (11 giugno) con discussioni sulla revisione del regolamento TEN-E. Nei nuovi testi che stanno circolando crescente rilievo e peso ai "progetti di interesse reciproco" (Link). In programma anche uno scambio di opinioni per una strategia europea per l'idrogeno (Link).

Il Consiglio ha, in preparazione di questo evento della settimana prossima, un tavolo di lavoro (working party) sull'energia. Nell'incontro di oggi si parlerà dell'Unione per il Mediterraneo, della revisione della Direttiva efficienza energetica e della strategia per l'idrogeno. In programma anche un debrief sull'incontro del consiglio di IRENA di settimana scorsa (Link).

Sempre al Consiglio da segnalare anche Coreper I mercoledì (Link).

Il Parlamento europeo ha pochi incontri in programma. A rilento anche i lavori nelle commissioni parlamentari. Da segnalare comunque la riunione della commissione per l'Industria, la ricerca e l'energia (ITRE) sul digitale (Link) e quella della commissione Bilanci (BUDG) con esponenti dell'amministrazione Biden sui rapporti tra i programmi di rilancio americani e europei. Dibattiti anche sulla tassazione (Link). Il presidente del Parlamento David Sassoli incontrerà il presidente tunisino Kais Saided e il presidente sloveno Borut Pahor (Link).

Da ricordare poi la EU Green Week in programma questa settimana (interessante il ruolo della BEI) (Link) e due webinar della Florence School of Regulation: oggi "Percorsi di innovazione, strategie e politiche per la transizione a basse emissioni in Europa" (Link), mercoledì un secondo webinar sulla fotocatalisi per la produzione dell'idrogeno (Link).

La settimana passata

Il Consiglio ha dato il suo via libera definitivo all'adozione del pacchetto di coesione per il periodo finanziario 2021-2027. l pacchetto è un insieme di regolamenti sui fondi strutturali e di investimento, che ammontano a più di 330 miliardi di euro o quasi un terzo del bilancio a lungo termine dell'Ue (Link).

Il Consiglio europeo non ha portato a grandi conclusioni sui cambiamenti climatici. I capi di stato hanno comunque chiesto alla Commissione di presentare a breve il proprio pacchetto legislativo con analisi ambientali, economiche e sociali (Link).

L'Ue ha pubblicato una nota sul summit Ue-Giappone chiamata "verso un'alleanza verde”. Focus su gas rinnovabili, tecnologie, sistemi di governance globale e cooperazione industriale (Link).

"Firmeremo un memorandum di cooperazione sull'idrogeno con il Giappone nella seconda metà di quest'anno," ha detto von der Leyen dopo il summit (Link).

Simson, nel suo intervento al forum sulla tecnologia di Ambrosetti, ha confermato che l'idrogeno è un elemento fondamentale della strategia energetica europea. Secondo Simson l'idrogeno arriverà a rappresentare il 13-14% del mix energetico europeo al 2050 (Link).

Simson ha detto che, oltre alla revisione delle direttive sull'efficienza energetica e sulle energie rinnovabili, oltre anche al rafforzamento del sistema di scambio di emissioni e alla revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia, la Commissione presenterà un meccanismo di aggiustamento alle frontiere del carbonio. Questo a luglio nel quadro del pacchetto Fit for 55. Strategia sull'idrogeno e sulla riduzione delle emissioni di metano invece a novembre (Link).

Simson ha anche parlato ai parlamentari ITRE. Focus su settore dei trasporti e su industria, progetti transfrontalieri e incentivi per facilitare lo sviluppo dei contratti Ppa (Link).

Il Parlamento europeo ha messo a punto un dossier sulla revisione della direttiva sulla fiscalità dei prodotti energetici (Link).

I parlamentari ENVI stanno preparando una bozza di rapporto sulla strategia europea per la riduzione delle emissioni di metano che dovrebbe essere conclusa a metà giugno (Link).

Entsog ha pubblicato la sua posizione per incorporare il quadro normativo dell'idrogeno nel regolamento del gas, "come il modo più efficiente per garantire l'allineamento normativo e l'integrazione del sistema energetico tra le due forme di energia gassosa strettamente correlate" (Link).

ENTSOG, GIE e Hydrogen Europe hanno pubblicato un rapporto dal nome "Come trasportare e immagazzinare l'idrogeno? Fatti e cifre" (Link).

WindEurope ha scritto che l'Europa deve investire 6,5 miliardi di euro nei porti per permettere la realizzazione del piano per l'eolico offshore entro il 2030 (Link).

Un tribunale olandese ha ordinato a Royal Dutch Shell di ridurre le sue emissioni del 45% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2019. Secondo Pascal Canfin, presidente della commissione Ambiente (ENVI) del Parlamento europeo, "si tratta di una svolta che porterà ad un'azione climatica accelerata" (Link).

La Commissione e la BEI si stanno coordinando per sostenere il programma di ripresa ucraino (Link).

Inaugurato la settimana scorsa il NordLink, il cavo elettrico sottomarino più lungo d'Europa (634 km) che unisce Germania e Norvegia. La Germania ha anche scelto 62 progetti nell'ambito dell'Ipcei sull'idrogeno. I progetti devono ora essere approvati dalla Commissione europea ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato (Link). >(Link).

La Commissione ha in programma due webinar. Uno su come gestire e risolvere la povertà energetica (giovedì) (Link), il secondo sul finanziamento di interventi per aumentare l'efficienza energetica nell'edilizia (Link).

Giovedì e venerdì Consiglio Trasporti, telecomunicazioni ed energia. Giovedì focus su trasporti (aviazione, ferrovia e programma della presidenza slovena) (Link), venerdì sulla digitalizzazione (Link). Anche venerdì una presentazione del governo sloveno (Link)

Il focus sull'energia al Consiglio arriverà invece la settimana prossima (11 giugno) con discussioni sulla revisione del regolamento TEN-E. Nei nuovi testi che stanno circolando crescente rilievo e peso ai "progetti di interesse reciproco" (Link). In programma anche uno scambio di opinioni per una strategia europea per l'idrogeno (Link).

Il Consiglio ha, in preparazione di questo evento della settimana prossima, un tavolo di lavoro (working party) sull'energia. Nell'incontro di oggi si parlerà dell'Unione per il Mediterraneo, della revisione della Direttiva efficienza energetica e della strategia per l'idrogeno. In programma anche un debrief sull'incontro del consiglio di IRENA di settimana scorsa (Link).

Sempre al Consiglio da segnalare anche Coreper I mercoledì (Link).

Il Parlamento europeo ha pochi incontri in programma. A rilento anche i lavori nelle commissioni parlamentari. Da segnalare comunque la riunione della commissione per l'Industria, la ricerca e l'energia (ITRE) sul digitale (Link) e quella della commissione Bilanci (BUDG) con esponenti dell'amministrazione Biden sui rapporti tra i programmi di rilancio americani e europei. Dibattiti anche sulla tassazione (Link). Il presidente del Parlamento David Sassoli incontrerà il presidente tunisino Kais Saided e il presidente sloveno Borut Pahor (Link).

Da ricordare poi la EU Green Week in programma questa settimana (interessante il ruolo della BEI) (Link) e due webinar della Florence School of Regulation: oggi "Percorsi di innovazione, strategie e politiche per la transizione a basse emissioni in Europa" (Link), mercoledì un secondo webinar sulla fotocatalisi per la produzione dell'idrogeno (Link).

La settimana passata

Il Consiglio ha dato il suo via libera definitivo all'adozione del pacchetto di coesione per il periodo finanziario 2021-2027. l pacchetto è un insieme di regolamenti sui fondi strutturali e di investimento, che ammontano a più di 330 miliardi di euro o quasi un terzo del bilancio a lungo termine dell'Ue (Link).

Il Consiglio europeo non ha portato a grandi conclusioni sui cambiamenti climatici. I capi di stato hanno comunque chiesto alla Commissione di presentare a breve il proprio pacchetto legislativo con analisi ambientali, economiche e sociali (Link).

L'Ue ha pubblicato una nota sul summit Ue-Giappone chiamata "verso un'alleanza verde". Focus su gas rinnovabili, tecnologie, sistemi di governance globale e cooperazione industriale (Link).

"Firmeremo un memorandum di cooperazione sull'idrogeno con il Giappone nella seconda metà di quest'anno,” ha detto von der Leyen dopo il summit (Link).

Simson, nel suo intervento al forum sulla tecnologia di Ambrosetti, ha confermato che l'idrogeno è un elemento fondamentale della strategia energetica europea. Secondo Simson l'idrogeno arriverà a rappresentare il 13-14% del mix energetico europeo al 2050 (Link).

Simson ha detto che, oltre alla revisione delle direttive sull'efficienza energetica e sulle energie rinnovabili, oltre anche al rafforzamento del sistema di scambio di emissioni e alla revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia, la Commissione presenterà un meccanismo di aggiustamento alle frontiere del carbonio. Questo a luglio nel quadro del pacchetto Fit for 55. Strategia sull'idrogeno e sulla riduzione delle emissioni di metano invece a novembre (Link).

Simson ha anche parlato ai parlamentari ITRE. Focus su settore dei trasporti e su industria, progetti transfrontalieri e incentivi per facilitare lo sviluppo dei contratti Ppa (Link).

Il Parlamento europeo ha messo a punto un dossier sulla revisione della direttiva sulla fiscalità dei prodotti energetici (Link).

I parlamentari ENVI stanno preparando una bozza di rapporto sulla strategia europea per la riduzione delle emissioni di metano che dovrebbe essere conclusa a metà giugno (Link).

Entsog ha pubblicato la sua posizione per incorporare il quadro normativo dell'idrogeno nel regolamento del gas, "come il modo più efficiente per garantire l'allineamento normativo e l'integrazione del sistema energetico tra le due forme di energia gassosa strettamente correlate” (Link).

ENTSOG, GIE e Hydrogen Europe hanno pubblicato un rapporto dal nome "Come trasportare e immagazzinare l'idrogeno? Fatti e cifre" (Link).

WindEurope ha scritto che l'Europa deve investire 6,5 miliardi di euro nei porti per permettere la realizzazione del piano per l'eolico offshore entro il 2030 (Link).

Un tribunale olandese ha ordinato a Royal Dutch Shell di ridurre le sue emissioni del 45% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2019. Secondo Pascal Canfin, presidente della commissione Ambiente (ENVI) del Parlamento europeo, "si tratta di una svolta che porterà ad un'azione climatica accelerata" (Link).

La Commissione e la BEI si stanno coordinando per sostenere il programma di ripresa ucraino (Link).

Inaugurato la settimana scorsa il NordLink, il cavo elettrico sottomarino più lungo d'Europa (634 km) che unisce Germania e Norvegia. La Germania ha anche scelto 62 progetti nell'ambito dell'Ipcei sull'idrogeno. I progetti devono ora essere approvati dalla Commissione europea ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato (Link).

(Il precedente numero della Settimana europea a cura di Sergio Matalucci è stato pubblicato sulla Staffetta del 24/05).

© Riproduzione riservata





75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana
COMMENTI - EDITORIALI LA RASSEGNA DELLE ULTIME NOTIZIE
STAFFETTA PREZZI GARE E COMMESSE
EVENTI - CONVEGNI SEGNALAZIONI
Calendario Eventi e Manifestazioni
Gli speciali della Staffetta
75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana