giovedì 20 gennaio 2022   15.31
Clicca su MI PIACE sulla nostra Pagina  Seguici su Twitter 
Ricerca                          Rss Staffetta Quotidiana Rss             Abbonamenti    Contatti   
userName password Non riesco ad accedere

Questo sito, per il suo funzionamento, utilizza i cookie; accedendo o cliccando su "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie presenti in questo sito.

lunedì 19 aprile 2021

 |  Aumenta carattere  |  Diminuisci carattere  |   |  Vedi anche...
  •   
Free

Settimana UE, i leader al Summit on Climate
Gruppi regionali Ten-E gas, la tassonomia

Ma le decisioni su nucleare e gas arriveranno in seguito. Domani Borrell al quartetto sulla Libia. Giovedì riunione informale ministri dell'Energia. Il 265° numero dell'agenda Ue a cura di Sergio Matalucci

Politica energetica internazionale

Iniziano oggi due settimane fitte di impegni a tutti i livelli: relazioni internazionali, azione climatica, ma anche dibattiti su politiche europee di centrale importanza. Questa settimana, giovedì e venerdì, il Leaders Summit on Climate organizzato dal governo americano. Dovrebbero parteciparvi oltre al presidente americano Joe Biden, il presidente cinese Xi Jinping, il primo ministro giapponese Yoshihide Suga, la cancelliera tedesca Angela Merkel, ma anche il primo ministro italiano Mario Draghi, la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il re saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud. Secondo la nota ufficiale, dei primi 25 Paesi al mondo per PIL non sono stati invitati solo Paesi Bassi, Svizzera, Iran, Svezia e Belgio. Nella lista delle persone che potrebbero partecipare anche il presidente russo Vladimir Putin. L'incontro dovrebbe portare anche alla convocazione del Major Economies Forum (MEF) sull'energia e il clima, "un'iniziativa guidata dagli Stati Uniti che ha giocato un ruolo vitale nella realizzazione dell'Accordo di Parigi”. Al momento sembra che il focus sia su investimenti e tecnologia (Link).

La Commissione europea sta ponendo particolare attenzione al processo di riforma della Direttiva Rinnovabili. Il vicepresidente Frans Timmermans incontra oggi esponenti delle organizzazioni non governative per parlarne.

Timmermans partecipa poi domani a un dialogo organizzato dal Parlamento americano sulla ricostruzione del dialogo transatlantico. Relazioni transatlantiche anche sull'agenda della vicepresidente Margrethe Vestager e della commissaria all'Energia Kadri Simson che, tra le altre cose, parlerà anche di eolico offshore, parteciperà alla Energy Companies Week e alla riunione informale dei ministri dell'Energia europei in programma giovedì (Link).

Anche la commissaria alla stabilità finanziaria Mairead McGuinness parlerà di cambiamenti climatici, partecipando venerdì all'evento di Bloomberg sul ruolo dei mercati dei capitali nell'azione climatica (Link).

Venerdì von der Leyen riceverà il primo ministro ungherese Viktor Orban (Link), oggi l'alto rappresentante per la Politica estera Josep Borrell riceve il ministro degli Esteri dell'Autorità Nazionale Palestinese Riyad al-Maliki, domani partecipa al quartetto sulla Libia (Link).

Giovedì e venerdì il quarto incontro dei gruppi regionali TEN-E sul gas (Link).

Passando al Consiglio da segnalare anche l'incontro di oggi dei ministri degli Esteri su Etiopia e Ucraina (con diversi riferimenti alla Russia, anche in funzione degli sviluppi nel fine settimana tra Repubblica Ceca e Russia) e domani la videoconferenza informale dei ministri degli Affari europei sui rapporti con la Gran Bretagna (Link).

Il presidente del Consiglio Charles Michel ha per ora solo la partecipazione al summit sul Clima del governo americano (Link).

Oggi e giovedì il tavolo di lavoro (working party) sulla ricerca, mercoledì Coreper I (Link).

Il working party di domani del Consiglio sull'energia potrebbe essere un altro appuntamento centrale della settimana. Discussioni in mattinata su TEN-E (articoli da 14 a 31), nel pomeriggio su Trattato sulla Carta dell'Energia e "green building” (Link).

Oggi atteso anche il lancio della piattaforma dei cittadini riguardante la Conferenza sul Futuro dell'Europa (Link).

L'evento però più importante nel lungo periodo sarà la pubblicazione mercoledì della prima sezione della tassonomia della finanza sostenibile, che non dovrebbe però riportare la decisione di includere o escludere centrali nucleari e a gas. Le proposte separate su nucleare e gas dovrebbero arrivare entro fine anno. Secondo Euractiv la Commissione lascerà la decisione a Consiglio e Parlamento.

Passando al Parlamento, oltre alla Conferenza sul Futuro dell'Europa, in corso il confronto tra presidenza portoghese del Consiglio e membri del Parlamento europeo sulla legge sul Clima. Appuntamento in programma martedì. Giovedì invece discussioni sulla nuova proposta per una legge europea sull'Intelligenza artificiale. In corso poi le preparazioni per la Plenaria di settimana prossima (Link). Al momento, secondo diversi articoli, non ancora in calendario un voto in Plenaria sul Withdrawal Agreement con la Gran Bretagna.

Parlamentari della commissione per gli Affari esteri (AFET) parleranno con i parlamentari della commissione per lo Sviluppo e quelli della commissione per i Bilanci dello strumento per i rifugiati in Turchia (Link).

I parlamentari AFET parleranno di Turchia anche giovedì, prima dello scambio con il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh e alcune discussioni sull'Artico (Link).

Sempre giovedì i parlamentari della Commissione ambiente sentiranno il resoconto sui negoziati interistituzionali in corso sulla Legge europea sul clima, discuteranno della strategia europea per le materie prime essenziali e poi sulle infrastrutture energetiche transeuropee per poi votare sulla modifica sull'applicazione della convenzione di Aarhus (Link).

I parlamentari della Commissione Industria e energia (ITRE) hanno in programma oggi uno scambio di opinioni con Ditte Juul Jørgensen, direttrice generale della DG ENER, sugli aspetti energetici della ripresa (Link).

Da segnalare poi eventi online organizzati dalla presidenza portoghese sulla collaborazione energetica e climatica tra Ue e continente africano (Link) e (Link), come anche il webinar della Florence School of Regulation sul monitoraggio delle emissioni di metano (mercoledì) (Link).

Da tenere a mente che oggi il Partito dei Verdi tedeschi annuncia i candidati alla Cancelleria. Nel mentre il governo italiano, per come scritto da Agi, lavorerà al piano sul Recovery che presenterà regolarmente entro il 30 aprile. In altre parole niente slittamento a metà maggio.

La settimana passata

La Commissione utilizzerà una strategia di finanziamento diversificata per reperire fino a circa 800 miliardi a prezzi correnti fino al 2026. "Avremo così tutti gli strumenti necessari per rilanciare la ripresa sociale ed economica e promuovere la nostra crescita verde, digitale e resiliente,” ha commentato Johannes Hahn, Commissario per il Bilancio e l'amministrazione (Link). La presidente della Commissione Ursula Von der Leyen ha inoltre annunciato che "il 30% delle risorse necessarie per finanziare il piano sarà raccolto con i green bond” (Link).

"La Commissione sostiene l'esplorazione di un progetto di euro digitale che Christine Lagarde ha presentato questa mattina all'Eurogruppo. Questo è un elemento potenzialmente importante per un settore finanziario digitale forte e innovativo e per sistemi di pagamento più efficienti e resilienti,” ha commentato il commissario all'Economia Paolo Gentiloni dopo l'Eurogruppo (Link).

L'Italia ha presentato alle istituzioni europee (Commissione) la programmazione italiana del React-Eu, che assegna risorse per politiche di coesione per gli anni 2021 e 2022. Si tratta di 13,5 miliardi "italiani” (su un totale di 47,5 miliardi), di cui due terzi andranno al Sud, si legge in una nota del Ministero guidato da Mara Carfagna (Link).

Più di 200 rappresentanti delle comunità della difesa e dell'energia hanno partecipato alla prima riunione congiunta della difesa e dell'energia, organizzata dall'Agenzia europea per la difesa e dalla Direzione generale dell'energia della Commissione europea. Questo incontro virtuale si è tenuto il 14 aprile nel contesto della terza fase del Forum di consultazione per l'energia sostenibile nel settore della difesa e della sicurezza (CF SEDSS III) (Link).

La Commissione europea ha nominato Mechthild Wörsdörfer vice direttrice generale della direzione generale Energia (Ener) (Link).

La Commissione proporrà nel 2021 una raccomandazione del Consiglio sull'educazione alla sostenibilità ambientale (Link). Aperto il periodo per l'invio di commenti fino all'11 maggio nella fase Tabelle di marcia. Seguita poi la Consultazione pubblica.

EntsoG ha pubblicato il suo Summer Supply Outlook 2021 e la relativa Review of Summer Supply 2020. Il rapporto evidenzia che "la rete europea del gas è sufficientemente robusta nella maggior parte dell'Europa per consentire un livello di scorte di almeno il 90% in tutti gli stoccaggi in preparazione del prossimo inverno, una manutenzione programmata, una certa flessibilità nella strategia di approvvigionamento degli utenti della rete e fornitura di gas all'Ucraina con volumi paragonabili alle precedenti stagioni estive” (Link).

EntsoE ha chiesto un "quadro di remunerazione adatto allo scopo per gli investimenti nella rete di trasmissione” (Link).

L'European Hydrogen Backbone, l'infrastruttura europea per il trasporto dell'idrogeno che toccherà 21 Paesi e che al momento include 12 TSO gas di 11 Paesi, ha presentato un progetto che vuole 40 mila km di gasdotti per l'idrogeno entro il 2040 (v. Staffetta 14/04).

Sette TSO, tra cui Terna, hanno firmato un memorandum d'intesa per il lancio di Eurobar, un'iniziativa per l'interconnessione delle piattaforme eoliche offshore in Europa. L'obiettivo di Eurobar è quello di integrare in modo efficiente e sicuro l'energia eolica offshore nella rete elettrica europea, partendo dalla regolamentazione e dai progetti attuali ed evolvendo verso una rete offshore interconnessa. Focus sulla standardizzazione (Link).

L'obbligo dell'OGA di massimizzare il "recupero economico del petrolio e del gas continua e l'attrazione di investimenti nel settore rimane un obiettivo politico centrale,” scrive Ukerc in una nota parlando delle politiche oil&gas britanniche. Centrali gli investimenti esteri (Link).

ACER ha raccomandato alla Lituania di giustificare meglio le tariffe interne e i meccanismi per compensare lo sconto concesso all'entrata a Klaipeda LNG (Link).

ACER deciderà sulle metodologie di assegnazione della capacità interzonale di elettricità per lo scambio di capacità di bilanciamento in 19 Stati membri dell'Ue (Link).

Le commissioni parlamentari Affari esteri e Commercio hanno votato a favore dell'accordo che stabilisce le regole della futura relazione tra l'Ue e il Regno Unito. Ora tocca al voto in Plenaria per ora, come detto, non ancora in calendario (Link).

Il think tank Ember ha scritto che "i dati EU ETS mostrano che nel 2020 le emissioni di CO2 delle centrali a gas hanno superato per la prima volta quelle delle centrali a lignite, avendo già superato l'energia a carbone fossile nel 2019. Le emissioni del settore energetico sono diminuite del 17% rispetto al 2019 principalmente a causa del continuo declino del carbone fossile e della lignite, con il risultato che il gas ha costituito un 34% record delle emissioni totali del settore. Nonostante l'enorme cifra di 236 milioni di tonnellate (Mt) di emissioni dell'energia a gas in un anno, molti Paesi europei stanno facendo pressione affinché le centrali a gas siano ammissibili ai finanziamenti verdi”, nota Ember. Le emissioni di CO2 delle centrali a gas hanno comunque segnato una marginale diminuzione (Link).

Secondo il rapporto della Commissione sul quarto trimestre 2020 (dati usati da Ember) "la produzione di elettricità da carbone in Serbia e Bosnia-Erzegovina, è aumentata del 4% e 8% nel 2020” (Link).

La Ue è molto lontana dall'obiettivo stabilito nel Green Deal di un milione di punti di ricarica entro il 2025 e non dispone di una tabella di marcia strategica generale per la mobilità elettrica. È il giudizio della Corte dei Conti europea sulle politiche della Commissione in materia di diffusione delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici (Link) e (Link).

(Il precedente numero della Settimana europea a cura di Sergio Matalucci è stato pubblicato sulla Staffetta del 12/04)).

© Riproduzione riservata





75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana
COMMENTI - EDITORIALI LA RASSEGNA DELLE ULTIME NOTIZIE
STAFFETTA PREZZI GARE E COMMESSE
EVENTI - CONVEGNI SEGNALAZIONI
Calendario Eventi e Manifestazioni
Gli speciali della Staffetta
75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana