Reserved
martedì 19 novembre 2019   16.42
Clicca su MI PIACE sulla nostra Pagina  Seguici su Twitter 
Ricerca                          Rss Staffetta Quotidiana Rss             Abbonamenti    Chi siamo    Contatti   
userName password Non riesco ad accedere

Questo sito, per il suo funzionamento, utilizza i cookie; accedendo o cliccando su "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie presenti in questo sito.

Politica energetica internazionale
July - 2008
indietro
avanti


Skip Navigation Links
1
2
3
Pagna Successiva (2)

29/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Italia-Russia: istituito gruppo lavoro

Un gruppo di lavoro ministeriale congiunto per rafforzare la collaborazione tra Italia e Russia in campo energetico: gas e petrolio, raffinazione, nucleare, produzione elettrica, efficienza e risparmio energetico, è stato istituito lunedì nell'ambito dell'incontro tra il ministro dello Sviluppo econ ...


28/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Nigeria, chiusi 16 depositi a Lagos

Il Governo della Nigeria ha deciso di chiudere 16 depositi per prodotti petroliferi a Lagos per decongestionare il traffico nelle strade che portano al più grande porto del Paese. E' quanto ha annunciato il Governo stesso in una nota. Si tratta di depositi non provvisti di specifico attracco per le ...


28/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Algeria: fine monopolio rete carburanti

Il governo algerino ha messo fine al monopolio, in vigore dal 1982, di Naftal, filiale al 100% dell'ente idrocarburi Sonatrach, per la distribuzione e commercializzazione di prodotti petroliferi e ha aperto il settore agli operatori privati nazionali e internazionali. Il nuovo decreto, ha annunciato ...


28/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Petrologistics, produzione Opec luglio a 32,9 mln

La produzione di petrolio dell'Opec dovrebbe aumentare di 200 mila barili al giorno durante il mese di luglio a causa delle aumentate forniture dall'Arabia Saudita e dall'Iraq: lo sostengono gli analisti di Petrologistics. I 13 paesi membri dell'Opec dovrebbero raggiungere una produzione giornaliera ...


25/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Scajola, voltiamo pagina con nucleare e rinnovabili

Politica energetica

Claudio Scajola
Claudio Scajola
Il ministro del Mse, Claudio Scajola, giovedì nel suo intervento alla presentazione del Rapporto 2007 del Gse, ha ribadito che la questione energetica nel nostro Paese ha ormai assunto i contorni di una vera e propria emergenza. Il Governo intende mettere a punto un piano triennale che punta sul nuc ...


25/07/2008 | Politica energetica internazionale | Marcello Colitti

Caropetrolio, per fortuna che abbiamo l'Europa

L'opinione di Marcello Colitti


Il prezzo del greggio, aumentato dal 2004 in modo straordinario, è di recente sceso un poco. Il fenomeno è stato “spiegato” con alcune valutazioni sulle scorte di greggio e di prodotti negli Stati Uniti. I giornali hanno discusso su chi se ne avvantaggerà, e chi ne rimarrà indifferente, ma nessuno s ...


25/07/2008 | Politica energetica internazionale | Gionata Picchio

Questo divorzio non s'ha da fare

Il prezzo del gas resterà ancora a lungo legato al petrolio


Tra le maggiori aspettative legate allo sviluppo del mercato del gas c'è il disaccoppiamento del prezzo all'ingrosso del metano da quello del petrolio. Tuttavia, a dispetto dei sempre nuovi record del barile, che attraverso le clausole dei contratti long term si riversano sul gas, una svolta appare ...


24/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Iran, nessun motivo per aumento produzione

Secondo il ministro iraniano del petrolio, Mohammed Ali Khatibi, il mercato è ben rifornito e non ci sono ragioni per spingere l'Opec ad aumentare la produzione nel prossimo meeting ordinario, in calendario per il 9 settembre (v. Staffetta 06/03). E' quanto riferisce l'agenzia di stampa locale Shana. “Visto che non c'è carenza di offerta, perché l'Opec sta pro ...


24/07/2008 | Politica energetica internazionale | GCA

Il nuovo Mattei

Tra le aspirazioni di Berlusconi c'è anche quella di fare da “ufficiale di collegamento” con l'Opec e gli altri paesi produttori. Lo ha detto qualche giorno fa in occasione della presentazione della fondazione Medidea dell'ex ministro dell'Interno, Beppe Pisanu. Una sorta di nuovo Mattei che, in con ...


23/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Nigeria, Mend minaccia distruzione tutti oleodotti


Il Movimento per l'emancipazione del Delta del Niger (Mend, principale gruppo ribelle del sud ovest petrolifero della Nigeria) ha minacciato di distruggere i principali oleodotti del Paese nei prossimi 30 giorni per dimostrare che non ha ricevuto soldi dal governo per porre fine alla sua campagna. I ...


23/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Kazakhstan, ipotesi dazio sul giacimento Tengiz


Dopo il dazio sull'export dal giacimento Eni-BG di Karachaganak (v. Staffetta 14/07), il governo kazako sta valutando l'ipotesi di imporne un altro sul giacimento petrolifero di “Tengiz”, che appartiene a Chevron. E' quanto scrive il Financial Times. “Siamo in contatto con TengizChevoil – ha detto il vice ministro delle finanze kazako, Daulet Yergozhin – gli a ...


22/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Indonesia, +28% i prezzi dei prodotti energetici

Dopo qualche incertezza, il governo dell'Indonesia ha deciso di aumentare il prezzo dei prodotti energetici del 28,7%. Il consistente aumento è stato ritenuto necessario al fine di allentare la pressione sul bilancio dello Stato, in quanto in Indonesia tutti i prodotti energetici sono venduti a prez ...


22/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Opec, meeting straordinario il 17 dicembre


L'Opec sta pianificando un meeting straordinario in Algeria il prossimo 17 dicembre, secondo varie fonti informali. Il meeting sarà il terzo dell'anno e seguirà quello ordinario in calendario per il prossimo 9 settembre (v. Staffetta 06/03). Non si conoscono ancora le ragioni dell'indizione di questo meeting straordinario, anche se il solo fatto che se ne parl ...


21/07/2008 | Politica energetica internazionale |

Caro-greggio, favorite le società di servizi


Secondo l'ultimo studio di Wood Mackenzie, le grandi favorite dal caro greggio non sarebbero le grandi major, che pure hanno macinato utili record grazie all'aumento del prezzo del barile, ma le società che forniscono servizi ed equipaggiamento per l'esplorazione di pozzi petroliferi e gassosi. “Neg ...


18/07/2008 | Politica energetica internazionale | GBZ

A lezione dalla Sec

In arrivo più trasparenza sulle riserve di idrocarburi


Di fronte all'impennata dei prezzi dei combustibili fossili è ricorrente le tentazione di chiedere, per contrastarla, l'intervento dello stato o di un concerto di paesi (si veda in proposito la recente proposta italiana di un'iniziativa europea per contrattare un tetto alle quotazioni del greggio). ...



Skip Navigation Links
1
2
3
Pagna Successiva (2)

Torna su...
 
Calendario Eventi e Manifestazioni
Gli speciali della Staffetta
75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana
La Staffetta per il sociale...