Staffetta Quotidiana
  Non riesco ad accedere
Ricerca                                 Abbonamenti     Contatti

Politiche dell'energia



| Politica energetica internazionale |
GCA

OPEC, LE PRIORITÀ

Anche l'Italia può dare una mano

All'inizio dell'anno (v. Staffetta 8/1) avevamo posto il problema se il 2005 avrebbe visto un'inversione di tendenza rispetto al modello di precario equilibrio domanda-offerta che ha caratterizzato il 2004. Queste prime settimane non ci hanno ...
| Politica energetica internazionale |
Marcello Colitti

CINA E INDIA: IL NUOVO VOLTO DELLE STRATEGIE ENERGETICHE

L'opinione di Marcello Colitti

Il mercato degli idrocarburi è oggi al centro di tendenze contrastanti, l'una messa in atto dai paesi sviluppati, e l'altra da quei paesi in via di sviluppo che aumentano a ritmi molto rapidi il reddito nazionale e la domanda di energia. L'economia dei paesi sviluppati è dominata dalla finanza, ed i...
| Politica energetica internazionale

INDIA: SENZA RIFORME ENERGIA A RISCHIO

I nuovi giganti dell'energia

Infrastrutture di produzione e trasporto obsolete e inefficienti, crescita della dipendenza, elettricità disponibile solo per un quinto della popolazione, industria mineraria in crisi, cronica mancanza di capitali. E' il fosco quadro del sistema energetico indiano, che in mancanza di drastiche rifor...
| Politica energetica internazionale

L'OPEC FA IL PUNTO SU DOMANDA E OFFERTA

A differenza di altre vigilie, quella della 134° conferenza ministeriale dell'Opec in programma domenica a Vienna, non sta eccitando più di tanto gli osservatori. Ben altre sono le preoccupazioni che tengono occupati i paesi membri. Anche perché i prezzi del petrolio sono tornati a salire e le entra...
| Politica energetica internazionale

ROMANIA: L'ENERGIA DEL NUOVO GOVERNO

Il nuovo governo rumeno uscito dalle elezioni dello scorso novembre ha finalmente presentato un primo piano di politica energetica per i prossimi anni, che prevede il completamento delle privatizzazioni dei distributori elettrici entro il 2006. Bucarest vede infatti nell'obsoleto sistema energetico ...
| Politica energetica internazionale

UE, IL 27-28 GIUGNO CONSIGLIO ENERGIA

In occasione del primo Gruppo energia del 2005, tenutosi lo scorso 18 gennaio, la Presidenza lussemburghese della Ue ha fornito una sintesi del suo programma di lavoro per il semestre (v. Staffetta 13/1), indicand...
| Politica energetica internazionale

UCRAINA: MAGNATE DELL'ENERGIA PRIMO MINISTRO

Il presidente ucraino Viktor Yushchenko, appena uscito vittorioso dalla sfida elettorale, ha nominato Yulia Tymoshenko primo ministro del Paese.
La 44enne Tymoshenko ha un curriculum strettamente legato all'energia. Negli anni '90 è stata alla guida del monopolio elettrico ucraino Unified Energy Sy...
| Politica energetica nazionale

VECCHIA E NUOVA ENERGIA

Questo avvio d'anno appare caratterizzato dal ritorno dell'energia al centro della politica. Prima la sortita di Prodi sul carbone, poi il documento degli ambientalisti della Gad passando per la convocazione di ben due incontri sul tema fissati nel giro di 48 ore da Forza Italia e Lega Nord, ai prim...
| Politica energetica internazionale

L'ALGERIA CI RIPROVA

Presentata la nuova legge sugli idrocarburi

Forte della rielezione a stragrande maggioranza del presidente della Repubblica Abdulaziz Bouteflika (v. Staffetta 14/4/04), il governo algerino ha ripresentato mercoledì la legge di riforma del settore idrocarburi...
| Politica energetica internazionale

CINA: IL PROBLEMA “GOVERNARE” I CONSUMI

I nuovi giganti dell'energia

Lo sviluppo del settore energetico della Cina, i cui consumi di greggio sono ormai i secondi al mondo con una media di 6,37 milioni di b/g nel 2004, è stato caotico e incompleto, con rivolgimenti e battute d'arresto che provocano problemi agli approvvigionamenti di elettricità e prodotti petroliferi...
| Politica energetica internazionale

AIE, L'INCOGNITA DELLA DOMANDA PESA SUL FUTURO

Sulla base delle ultime rilevazioni mensili

Nel corso del 2004 la domanda mondiale di petrolio è cresciuta al ritmo di 2,6 milioni b/g, pari ad un tasso del 3,3%, circa il doppio di quanto indicavano le stime fatte nei primi mesi dell'anno ma soprattutto un progresso che non si vedeva dal 1976 (allora si toccò quota 3,3 milioni b/g), attestan...
  •  Allegato
| Politica energetica nazionale

INFRASTRUTTURE, INCONTRO AL MAP

Mercoledì, presso il ministero delle Attività Produttive, si è svolta una riunione per la messa a punto del programma di realizzazioni di interconnessioni elettriche in cavo sottomarino tra l'Italia e il Nord Africa (Algeria, Tunisia e Libia). E' quanto si legge in un comunicato del Map nel quale si...
75 Anni di Energia - Il libro di Staffetta Quotidiana
Saras